martedì 28 settembre 2010

Hollow.

Fantascienza e Dintorni ha invitato tutti i registi e produttori che hanno partecipato al concorso indetto nell'ambito dell'iniziativa Parallel Lines con corti di genere fantastico a segnalarci le loro opere. Dopo The Broken Heart di Clare Cahill, ecco un film tutto italiano, firmato da Fabio D'Orta, che realizza direttamente gli effetti visivi per i suoi lavori. 
Hollow è un altro bell'esempio di fantascienza nostrana.
Di seguito il filmato e la sinossi del cortometraggio.



"In un non ben precisato futuro, regnano sovrani il silenzio e la degradazione che accompagnano il solitario protagonista mentre si aggira tra fatiscenti corridoi e lugubri magazzini. L’uomo non sa che presto scoprirà per puro caso meraviglie inenarrabili sepolte dalla memoria, una serie di cumuli e macerie daranno vita a forme raffiguranti cose, animali e persone ormai scomparsi. Queste creazioni sono opera di un sopravvissuto che utilizza per la loro creazione resti di oggetti che ricerca accuratamente nei ruderi ormai abbandonati. Quando finalmente il protagonista si imbatte nel sopravvissuto, viene accuratamente perquisito e derubato dei suoi oggetti personali più pregiati, che scopriremo andranno a comporre un'ultima (e più pregiata) statua raffigurante un viso di donna ormai perso nel tempo."

2 commenti:

Barbara ha detto...

toglie il fiato! arte allo stato puro. BRAVO BRAVO BRAVO!!!

Francesco Troccoli ha detto...

Già, l'arte che sopravvive alla disfatta della civiltà. Bella intuizione, eh?